Menu

La Chiropratica e i disturbi pelvici

0 Comments

Ed in questi ancora caldi giorni d’Ottobre la mia voglia di condividere informazioni non si esaurisce..

Nella news di oggi vorrei proporvi un interessante articolo. Perché interessante? Perché è uno dei pochi che mostra come la Chiropratica (o L’Adjustment nel caso specifico) possa dare benefici a problematiche che vanno oltre l’apparato Muscoloscheletrico. Chiaramente è giusto sottolineare come la letteratura in questo campo sia ridotta, e di conseguenza come il tema trattato contenga più rilevanza clinica che statistica; tuttavia è un ottimo punto di riflessione per spronare ulteriore ricerca in tale direzione (rapporto Chiropratica/patologie viscerali).

Kokjohn et al (1992; tutti ricercatori del National Chiropractic College of Chicago) in particolare, tempo addietro, hanno studiato gli effetti della Manipolazione Spinale su donne affette da dismenorrea primaria, concentrandosi sul rilascio di Prostaglandine nel plasma, dolore addominale e lombare e livello di stress mestruale registrato dalle partecipanti. Per fare ciò, hanno paragonato un vero aggiustamento con uno “sham” (finto), applicando la tecnica (HVLA SM -high velocity low ampilitude spinal manipulation- su segmenti che variavano da T10 a S1) su 45 donne affette da primaria dismenorrea e registrando i parametri oggetti della ricerca prima e dopo le manovre.
I risultati sono stati più che incoraggianti: le pazienti trattate con SMT percepivano meno dolore e stress, e i parametri di Prostaglandine (ricordiamo essere una sostanza pro-infiammazione) nel sangue risultavano essere ridotti.
Sebbene sia solo uno studio pilota e quindi ulteriori ricerche siano necessarie, gli autori suggeriscono che la manipolazione spinale potrebbe essere di conseguenza un’alternativa alla terapia farmacologica per la Dismenorrea primaria.

Inoltre, aggiungo io, da T10 ai segmenti sacrali parte l’innervazione simpatica prima e parasimpatica nei livelli più bassi (tramite gangli mesenterici e plessi ipogastrici) degli organi appartenenti all’apparato genito-urinario: modulando l’attività del sistema nervoso autonomo tramite precise manipolazioni si contribuisce a un miglior funzionamento dei visceri.

Cosa aspetti a venire per un consulto? Non importa la patologia, io sono sempre presente per un aiuto, da un trattamento ragionato a un semplice consiglio.

Link articolo: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/1535359

Tag:, , , , , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *